LA SPIAGGIA

Situata tra le località “Tre Camini” e “Ponte Nina” si estende per circa 1500 metri, è prevalentemente destinata alla libera balneazione ed immersa in un ambiente scarsamente urbanizzato. La sua caratteristica è quella di avere, oltre ad un tratto ghiaioso, una sabbia finissima che degrada dolcemente in mare tanto da accontentare i gusti di tutti, dai bambini ai giovani agli anziani. Frequentata da residenti, pendolari e turisti per le sue acque pulite, la possibilità di lunghe passeggiate, scogliere facilmente raggiungibili ed un fondale basso, rappresenta una risorsa importante per il paese ed è in continua crescita grazie alla presenza di strutture ricettive sorte nelle immediate vicinanze.

 

PORTA MARINA

Vero e proprio simbolo di Campofilone è l’ingresso principale dell’affascinante borgo; di origine  medievale presenta un arco ogivale e merlatura ghibellina, venne restaurata e in parte modificata nella prima metà del XVIII secolo. Sono ancora presenti i cardini per la chiusura della porta in legno e una botola e delle feritoie realizzate per gettare acqua o olio bollente sui nemici pronti ad assaltare il castello. Era una torre – porta con ponte levatoio e stanza per gli armamenti. Sulla parete esterna sono presenti lo stemma araldico del paese e un agnello simbolo della protezione della chiesa.

 

PORTE DA SOLE E DA BORA

Nel periodo repubblicano la via che univa Cupra e Fermo passava per Campofilone e le due porte rappresentavano i due ingressi, verso nord e verso sud, al paese.
La porta da bora venne ricostruita in epoca rinascimentale e venne inglobata all’edificato ma ha sempre mantenuto la sua funzione. Da qui due ripide strade, contrada molino e contrada monterubbianese, collegavano il paese con la valle dell’Aso.
Porta da Sole venne costruita agli inizi dell’XI secolo e per tutto l’Alto Medioevo era l’ingresso principale del Castello di Campofilone. Verso la fine dell’800, lo stato di abbandono e l’incuria ne hanno fatto perdere la struttura, ora rimangono solo le mura e un passaggio coperto con volte a crociera che probabilmente era collegato all’antica porta.